Piazza della Repubblica - via Nazionale - Quirinale - Fontana di Trevi Piazza della Repubblica - via Nazionale - Quirinale - Fontana di Trevi

Il nostro percorso di visita a Roma inizia da piazza della Repubblica.  Il suo antico nome era piazza Esedra, perché di forma semicircolare, fu realizzata alla fine dell'Ottocento. Sotto i portici vi erano eleganti negozi oggi sostituiti da banche e agenzie turistiche. Al centro della piazza si trova la Fontana delle Nereidi di A. Guerrieri. Fece scandalo quando nel 1901 fu abbellita da Mario Rutelli con quattro ninfe nude ognuna delle quali sdraiate su un animale acquatico.

Al centro c'è il dio marino Glauco figura aggiunta in seguito dallo stesso Rutelli.

Piazza della Repubblica presenta il suggestivo scenario delle Terme di Diocleziano costruite dall'Imperatore tra il 298 e il 300 a.C., erano il più grande stabilimento termale dell'epoca, potevano accogliere più di 3000 persone.

Oggi occupate dalla chiesa Santa Maria degli Angeli e dal Museo Nazionale Romano, le poche sale delle terme rimaste, fanno immaginare lo splendore e la grandiosità di questo edificio.

 

Basilica di San Pietro e i musei Vaticani. Basilica di San Pietro e i musei Vaticani

Raggiungiamo la Basilica di San Pietro con la metro Linea A direzione Battistini e scendiamo alla fermata Ottaviano, percorriamo via Ottaviano in direzione Piazza Risorgimento e subito abbiamo di frobte le mura della Città del Vaticano.

Una curiosità: la Città del Vaticano, dove si trova la Basilica di San Pietro, è uno stato indipendente a tutti gli effetti e perciò dotato di una propria moneta e un proprio sistema postale, con tanto di francobolli e timbri appositi. Francobolli, cartoline timbrate e monete della Città del Vaticano sono oggetti da collezione nonché originali souvenir da acquistare per sé o da regalare ad amici e parenti.

All'interno della Basilica di San Pietro sono conservati dei veri tesori: la cupola progettata da Michelangelo, il baldacchino bronzeo e il monumento funebre di Papa Urbano VIII realizzati dal Bernini. la Pietà di Michelangelo, il monumento a Clemente XIII del Canova e il mosaico della Navicella di Giotto.

Pantheon - Piazza sopra Minerva - Piazza Navona Pantheon - Piazza sopra Minerva - Piazza Navona

Da via del Corso attraverso viuzze strette, si giunge nel cuore dell’antico Campo Marzio e principalmente in piazza della Rotonda. Qui troneggia, davanti a una fontana del ‘500 con obelisco egizio, ormai da due millenni, il PANTHEON.

 

È l’opera architettonica romana meglio conservata, più imitata e ad aver mantenuto la funzione religiosa per cui venne costruito. L’imperatore Adriano lo volle sostituire al precedente tempio di Marco Agrippa (più volte incendiato e ricostruito), genero e architetto di Augusto. Nel Medioevo il tempio, dedicato a tutti gli dei, fu convertito in chiesa.